Azienda

La storia della Ditta Olmi inizia nell’anno 1965, quando il ventenne Franco, all’epoca agricoltore nell’azienda di famiglia, che già in precedenza si era distinto per uno spiccato interesse verso la progettazione meccanica, tanto da ideare e costruire il primo sistema di raffreddamento ad acqua su una motocicletta Iso 125, realizzò per i propri vigneti una macchina “zappatrice a disco” interceppi.

Le ottime prestazioni della zappatrice suscitarono presto notevole interesse tra vicini e conoscenti ed iniziarono le richieste, via via più numerose, della macchina, che Franco Olmi iniziò a produrre in quantità non elevate certo, ma tali da soddisfare le esigenze degli agricoltori locali. Nessun inizio di attività è particolarmente semplice. Aprire un’officina meccanica specializzata nel settore agricolo, in quegli anni, significava il non facile reperimento di risorse finanziare e il doversi confrontare con una realtà - l’agricoltura ed in specie la viticoltura – non ancora pronta ad affrontare il passaggio dalla lavorazione manuale a quella meccanica.

Superate le immancabili difficoltà iniziali, ben presto il nome di OLMI si affermava in un più vasto territorio tra Monferrato astigiano e Langa albese, portando le richieste della zappatrice raggiunsero livelli tali che Franco, nonostante il valido aiuto della moglie Graziella non riusciva più a contenere l’attività nello stretto ambito familiare.

Fu allora che l’attività di costruzione assunse la veste di esercizio principale e Franco dovette avvalersi della collaborazione di giovani assistenti, che fanno ancor oggi parte integrante dello staff produttivo della Ditta Olmi.

Dopo alcuni anni di sacrifici e dedizione, Olmi Franco raggiunse i primi traguardi della sua carriera; venne infatti riconosciuto, nel 1978, il premio “Sicurezza E.N.P.I” alla zappatrice a disco. Oggi, la Ditta Olmi è divenuta una società in nome collettivo, costituita da Franco e dai due figli Sergio e Massimo, che si occupano rispettivamente della sezione commerciale e di quella produttiva.

La Ditta Olmi ha fatto tesoro dell’esperienza acquisita negli anni, riuscendo a trasformare in tecnologia le esigenze di un mercato sempre più esigente e specifico. La struttura di tipo artigianale dell’azienda permette un diretto confronto con il consumatore e riesce a soddisfare anche richieste di tipo particolare con applicazioni di accessori, su richiesta del cliente. La produzione di attrezzature per vigneto è in costante evoluzione e perfezionamento, infatti poiché la Ditta Olmi segue sempre da vicino gli sviluppi in campo della viticoltura, riesce ad affermarsi sul mercato con un prodotto che risponde alle esigenze del consumatore finale.

L’azienda collabora con diverse realtà agricole della zona; questo consente di sperimentare le modifiche relative ad un attrezzo o un attrezzo completamente nuovo, in modo da inserirsi sul mercato con una novità tecnologica già perfettamente collaudata e testata.

Oggi il nome di Olmi si contraddistingue per l’accurata progettazione, l’elevata qualità dei materiali impiegati e la cura dei dettagli che permettono di proporre ai consumatori, una serie di macchine altamente affidabili ed uniche nel loro genere.

Forte di un’esperienza pluridecennale che le ha permesso di crescere e di proporsi sul mercato con prodotti originali ed innovativi, ma sempre di utilizzo semplice da parte dell’operatore, e tali da dare un impulso positivo e concreto allo sviluppo delle aziende, la Ditta Olmi da sempre opera mirando a migliorare le condizioni di lavoro degli agricoltori, riducendo gli interventi manuali con un notevole risparmio di manodopera, nel rispetto della natura, perché la tecnologia deve “creare, non distruggere”. Lo staff operativo e tecnico rimane a costante servizio del cliente per garantire una pronta assistenza e collaborazione e per consigliare le soluzioni migliori, effettuando anche prove in campo, dimostranti l’effettiva funzionalità delle attrezzature.

Negli ultimi anni il lavoro della Olmi si è concentrato sulle tecnologie per ridurre l’impatto ambientale contribuendo ad un’agricoltura eco sostenibile.

Proprio a questo proposito alcune delle attrezzature (Decespugliatrice – Defogliatrice – Zappatrice ) sono uno strumento indispensabile per le aziende viticole e frutticole che si avvicinano alle lavorazioni biologiche.